網頁圖片
PDF
[ocr errors][merged small][merged small]

Ed accresciute d'un Trattato della
Poesia Italiana, e d'alcune brevi
note ad uso degli Stranieri,

[ocr errors][merged small][merged small]

Presso l'Autore, quai de l'Horloge du Palais,
n° 28, près le Pont-au-Change.

[ocr errors]
[graphic]
[graphic]

7 1 - - -

TO

DA I LICEI a
LI A N A.

Ed accresciute da Traia e Poesia Italiane, e da un n. “ o nole ad uso di smer,

he si valsero della lingua - cere alle persone amate la DA A VIRG AN :ndolo fare col linguaggio - gli uomini dotti, si diedero Professore nel Cala irla Italiana, chiamata allora lell'Italia.

nel 136o dice, che i Siciliani

osti versi volgari. secolo della poesia Italiana dal - lo, che può chiamarsi l'infanzia = n fecero che balbettare. Barbara ozze le loro espressioni, i lor sen

1. (1) r Federico II, uno de primi poeti Sicilia, e i dotti Italiani, che frequenvi appresero l'uso della volgar poesia o alle patrie loro. Quindi cominciarono a ri nella Toscana, in Bologna, ed in altre

sia di Crescimbeni, tomo III.
d

a

[graphic]
[graphic]
[ocr errors][graphic]
[merged small][ocr errors][merged small][merged small]

I poeti Siciliani furono i primi, che si valsero della lingua Italiana. Volendo costoro far conoscere alle persone amate la grandezza del loro affetto; nè potendolo fare col linguaggio Latino, che era in uso soltanto presso gli uomini dotti, si diedero a compor versi amorosi in lingua Italiana, chiamata allora volgare ; perchè usata dal volgo dell'Italia. Il Petrarca in una lettera scritta nel 136o dice, che i Siciliani avevano alcuni secoli prima composti versi volgari. Si può dunque fissare il primo secolo della poesia Italiana dal 1 1oo fino al 123o. In questo secolo, che può chiamarsi l'infanzia della nostra poesia, i poeti non fecero che balbettare. Barbara era la lingua da loro usata, rozze le loro espressioni, i lor sentimenti poco nobili, e oscuri. (1) Dopo il 122o l'Imperator Federico II, uno de primi poeti di que tempi, si fermò in Sicilia, e i dotti Italiani, che frequentavano la di lui corte, vi appresero l'uso della volgar poesia, e lo recarono poscia alle patrie loro. Quindi cominciarono a fiorire i poeti volgari nella Toscana, in Bologna, ed in altre

(1) Chi desidera conoscer queste poesie Siciliane, vegga l'Istoria della volgar poesia di Crescimbeni, tomo III,

[ocr errors]
[graphic]
« 上一頁繼續 »